mercoledì 23 novembre 2016

Ribollita Toscana

Oggi vi propongo una ricetta di Veronica, una mia paziente che ha davvero delle ottime idee in cucina. Mi ha mandato una serie di ricette, tutte sfiziose ma per prima ho scelto una classica ma sempre apprezzata, Ribollita Toscana, adatta soprattutto in questa stagione dell'anno.

INGREDIENTI PER 1 PORZIONE: 1 cespo di cavolo nero, ½ cespo di verza, 240 g di fagioli borlotti cotti, 3 cucchiai di concentrato di pomodoro, 1 scalogno, almeno 1 litro di brodo vegetale, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, sale.

Tritare lo scalogno e metterlo in due padelle con acqua per appassirlo. Lavare e tagliare a striscioline sia la verza che il cavolo nero. Preparare il brodo vegetale e tenerlo sempre su fuoco bassissimo. Aggiungere 1/2 cucchiaio di olio in ogni padella. Unire in una padella la verza e nell'altra il cavolo. Saltare finché è ancora croccante ma appassito. Aggiungere il brodo ad entrambe le verdure, il concentrato di pomodoro, il sale e cuocere finché le verdure saranno abbastanza morbide da poter entrare in un’unica padella. A cottura ultimata unirle. Cuocere per 60 minuti a fuoco lento con coperchio, avendo cura di controllare sempre il livello di brodo, che non deve scendere mai al di sotto della metà della padella. Dopo di che aggiungere i fagioli borlotti e cuocere per altri 30 minuti a fuoco lento, con coperchio. Lasciar raffreddare.

La ribollita si gusta maggiormente il giorno dopo o la sera a cena, se preparata la mattina. Prima di servirla, andrebbe riscaldata nuovamente, da qui il termine "ribollita", essendo un piatto di recupero della tradizione popolare toscana, quando non si gettava via niente. 
Per completare il piatto da un punto di vista nutrizionale, si può aggiungere del buon pane integrale.

Nessun commento:

Posta un commento