mercoledì 12 agosto 2015

Spiedini di pesce spada con verdure

La ricetta di oggi è di Misya, una dolce ragazza che è venuta da me qualche mese fa intenzionata a perdere peso ma per la prima volta con un approccio nuovo rispetto alle diete che aveva già fatto in passato. Ha deciso di cambiare seriamente il suo stile di vita alimentare, ha iniziato a svolgere regolarmente attività fisica e i risultati finora sono stati eccellenti e sono sicura che continueranno ad esserlo. 
La ricetta che mi ha mandato e che vi condivido con piacere, è la dimostrazione che non si fa mancare nulla a tavola, anzi mi ha dato anche qualche consiglio di una pizzeria che dovrò andare a provare presto. Perché a noi non piacciono le diete tristi.

INGREDIENTI PER 6 SPIEDINI (2 PORZIONI): un trancio di pesce spada (350 g circa), 2 zucchine, pomodorini ciliegino, 1 cucchiaio di olio evo, sale e pepe q.b. 

Tagliare le zucchine a rondelle e grigliarle. Successivamente tagliare il pesce spada a tocchetti e spaccare i pomodorini a metà. Formare lo spiedino alternando il pesce spada, i pomodorini e le rondelle di zucchine e aggiungere sale, un pizzico di pepe e l' olio di oliva. Infornare il tutto a 200°C per circa 30 minuti.
Per chi vuole può utilizzare dei semi di sesamo per panare il pesce spada o spezie a piacere. 

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI: il pesce spada è una buona fonte di proteine animali, in 100 g 
ce ne sono circa 20 g, con 6 g di grassi (la maggior parte rappresentata da acidi grassi polinsaturi), per un totale di 144 kcal. Una porzione può andare a seconda delle esigenze nutrizionali, dai 100 g ai 150 g circa. 
Durante l'acquisto fate attenzione alle possibili contraffazioni, dal momento che a volte sono stati venduti per pesce spada tranci di pesci simili (come lo squalo), speculando ovviamente sul prezzo. Ma non è difficile capirne la differenza, perchè o in pescheria troveremo esposta la testa, oppure basterà verificare che nelle fette di pesce spada siano presenti delle righe scure che formano una x ai lati della vertebra. Per verificarne la freschezza, la carne deve essere bianco-rosata e al tatto, non deve assolutamente restare l'impronta del dito. 
Vi ricordo infine che il pesce spada è un pesce predatore, diffuso in molte zone del mondo, che si ciba di pesci più piccoli e tendenzialmente a rischio di accumulo di metalli pesanti, così come il tonno. Attenzione quindi a non consumarlo con elevata frequenza settimanale, ma variate con del buon pesce azzurro.

Nessun commento:

Posta un commento