domenica 3 maggio 2015

Farro con verdure al curry

Introdurre i cereali a chicco nella nostra alimentazione quotidiana è una buona abitudine, che ci consente di variare la tipologia di carboidrato consumato, molto spesso limitata alla sola specie del grano (farine, pasta, dolci, pizza, pane...). I cereali vi ricordano sono i chicchi delle Graminacee, e il farro appartiene a questa famiglia, così come orzo, grano, granturco, segale, avena e riso. A parte riso e granoturco (o mais), tutti contengono glutine. 
Spesso non sappiamo come cucinarli, pensiamo più facilmente alle zuppe e minestre invernali, ma i cereali sono ottimi anche conditi come un normale piatto di pasta, con il vantaggio di avere una resa maggiore in cottura. Eccovi un esempio rapido e gustoso di ricetta tutta colorata e speziata, per iniziare al meglio la stagione con pieno di antiossidanti.



INGREDIENTI PER 2 PORZIONI: 150 g di farro perlato; 1 peperone giallo, 1 zucchina con 1 fiore di zucca, 4 pomodorini, 1 scalogno, 1 cucchiaio di olio evo, 1 cucchiaino di curry, 1/2 bicchiere di acqua calda, sale

Lessare il farro in acqua salata. Nel frattempo lavare e tagliare a tocchetti il peperone e la zucchina. Rosolare in una padella antiaderente lo scalogno a fette con l'olio, ed aggiungervi le verdure a tocchetti. Sciogliere il curry nel bicchiere di acqua ed aggiungerlo alle verdure in cottura. Lasciate cuocere per 10 minuti. Nel frattempo tagliate i pomodorini in 2 e il fiore di zucca a striscioline;  a cottura ultimata del farro, scolatelo e versatelo nelle verdure, aggiungendo i pomodorini, il fiore di zucca e dell'altra acqua con curry se dovesse risultare tutto troppo asciutto.


INFORMAZIONI NUTRIZIONALI: 100 di farro apportano 338 kcal, 14 g di proteine, 70 g di carboidrati e 2 g di grassi. La versione di farro perlato è quella a cottura più rapida e che è maggiormente diffusa nei supermercati. La versione integrale invece la potete trovare con la dicitura "decorticata", e prevede una cottura di 45 minuti, sicuramente più lunga ma nutrizionalmente più completa, avendo conservata la crusca e tutti i minerali e le vitamine in essa contenuti.

Nessun commento:

Posta un commento