lunedì 7 luglio 2014

Succhi e the giusti per affrontare il caldo

In estate aumenta il consumo di bevande fresche, che sono un'ottima soluzione per rinfrescarci e per reintrodurre i sali minerali che abbiamo perso con la sudorazione, soprattutto nel caso di bevande a base di frutta. L'industria alimentare ci fornisce un'ampia gamma di scelta, a partire dai succhi di frutta per finire con le bevande a base di the o infusi vari. Con questo post voglio darvi qualche consiglio per gli acquisti, affinché possiate orientarvi meglio tra gli scaffali e possiate acquistare il prodotto che meglio risponde alle vostre esigenze.

Premessa fondamentale è la necessità di leggere sempre le etichette e la lista degli ingredienti, se vogliamo capire cosa stiamo acquistando, ma questa dovrebbe essere la prima regola. Molte di queste bevande che ho citato spesso vedono l'aggiunta di zuccheri semplici quali zucchero, fruttosio o sciroppi vari. Oppure ce ne sono alcune che riportano la dicitura "senza zuccheri aggiunti" ma spesso contengono edulcoranti (non sempre specificati) che sempre dolcificanti sono. 
Ovviamente il sapore di tali bevande è più piacevole, ma aggiungere zuccheri a prodotti a base di frutta comporta il rischio di andare a superare la quantità di zuccheri semplici che suggerisce l'OMS e le linee guida, cioè il 10% della quota calorica giornaliera. Quindi ad esempio in una dieta di 1500 Kcal, parliamo di circa 40 g di zuccheri, il quantitativo che raggiungiamo mangiando ad esempio 2 porzioni di frutta al giorno.
In un'alimentazione equilibrata, il consumo di zuccheri semplici in eccesso, ci espone al rischio di accumulo, poiché si vanno a sommare a quelli già presenti nella frutta, alimento necessario nella nostra quotidianità, o che magari usiamo nei caffè o che consumiamo insieme a biscotti, caramelle, gelati o dolci vari. Ed ormai è purtroppo nota la correlazione tra l'eccesso di zucchero e sindrome metabolica ed obesità. 
La quantità di zucchero presente in queste bevande inoltre, non va a dissetarci affatto, anzi, così come quando mangiamo un dolce, per riflesso il nostro corpo ci richiederà maggiore acqua. Così come le bevande alcoliche non hanno proprietà dissetanti.
In etichetta quando leggiamo gli ingredienti, andiamo sempre a verificarne la composizione, l'ordine e le percentuali (le prime diciture sono quelle più concentrate). Evitiamo di consumare bevande zuccherate in eccesso, anche se sono da frutta, poiché questo ci espone ad un eccesso di zuccheri semplici.

Se in Estate siamo a caccia di qualcosa che ci possa spegnere la sete, dobbiamo orientarci su prodotti freschi naturali, quindi succhi, frullati, estratti o centrifughe di verdura e frutta. Introdurremo così acqua e preziosi sali minerali e vitamine, che abbiamo perso con la sudorazione; sono quelli che ci fanno passare la sete e che ci ridanno forza alla spossatezza da caldo. Va bene comprare succhi già pronti ma orientatevi verso prodotti contenenti 100% frutta. E in caso di emergenza un pò di acqua e limone vi aiuterà.
Volete un consiglio per una bevanda dissetante e fresca fatta in casa? Un Infuso al Karkadè, bevanda rinfrescante ottenuta dall'infusione di foglie di Ibiscus Sabdariffa, dal sapore acidulo e dal colore rossastro, privo di sostanze eccitanti come la teina e ricco di antociani. Preparate l'infusione e lasciate raffreddare, così da berla durante l'arco della giornata.

Nessun commento:

Posta un commento