mercoledì 6 febbraio 2013

Sushi Time!

Qualche settimana fa ho seguito un corso di cucina giapponese a Roma e non vedevo l'ora di dilettarmi con riso, stuoietta ed alghe! Certo dovrò farne di "arrotolate" per ottenere dei maki a prova di Giappone, ma intanto il risultato di ieri sera non è stato malvagio, almeno nel sapore! 
Il sushi, essendo un pasto leggero dal punto di vista calorico, povero di grassi e molto saziante, può essere consumato anche nel momento i cui si segue un piano dietetico. L’ingrediente di base è il riso, che essendo un carboidrato, va tuttavia consumato nelle giuste quantità: nella preparazione casalinga del sushi, dobbiamo considerare che una singola porzione prevede il consumo di 150 g di riso cotto, che è l’equivalente di 70-80 g di riso crudo. Considerare il peso cotto può essere vantaggioso quando lo prepariamo per più persone. Per gli ingredienti aggiuntivi potete sbizzarrirvi con varie tipologie di pesce (tonno, salmone, orate...) e verdure varie.

INGREDIENTI PER 4-5 PORZIONI350g di riso Originario da cuocere (o per sushi); 4-5 fogli di alga nori; 1 filetto di orata surgelato; bastoncini di carota al vapore; salsa di soia q.b.
Per il condimento del riso: 3C di aceto di riso (o mele), 2C e 1/2 di zucchero

Lavate il riso molto bene sotto acqua corrente fredda, finché l'acqua non sarà del tutto limpida. Prendete una pentola dal fondo spesso, per evitare che durante la cottura il riso si bruci sul fondo. Considerate che per ogni 100 g di riso vanno usati 120 g di acqua (rapporto 1:1,2), quindi versate il riso nella pentola con 420 g di acqua (senza salare!), coprite, portate a bollore (circa 10 minuti), quindi abbassate la fiamma al minimo e cuocete per altri 12-15 minuti senza scoprire mai (la fiducia in questo caso è fondamentale!). A fine cottura il riso dovrà aver assorbito tutta l'acqua di cottura. Togliete il coperchio, avvolgetelo con uno strofinaccio di cotone per far assorbire il vapore e ricoprite lasciando riposare il riso per almeno 15 minuti. 
Il condimento del riso va preparato in anticipo, unendo aceto e zucchero in un tegamino (non di alluminio), riscaldando lentamente finché lo zucchero non si sarà sciolto, senza mai smettere di mescolare e senza far bollire il composto. Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare. Stendete bene il riso e bagnatelo con il condimento, usando un cucchiaio di legno.
Sfilettate il pesce scongelato, formando tante piccole striscioline o piccole fette a seconda del sushi che volete preparare. Procedete quindi a formare i rotoli di maki, adagiando sulla stuioetta prima l’alga, poi il riso inumidendovi le mani e il pesce o le carote o altri ingredienti a vostro piacere. Tenete in frigo per un po’, in modo da facilitare il taglio. In tutte le preparazioni non ho usato mai il sale, poichè alla fine andremo a mangiare il sushi con la salsa di soia.

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI: il pesce crudo contiene pochissimo sodio ed è ricchissimo di acidi grassi Omega-3, sostanze estremamente utili per il cuore e per l’elasticità delle arterie, nonché antiossidanti per eccellenza. Per la sicurezza alimentare se lo acquistate fresco surgelatelo per almeno 48h prima di consumarlo crudo, altrimenti acquistatelo già surgelato. Le alghe sono ricchissime di vitamine, di fibre e di sali minerali, contengono un quantitativo di vit C maggiore rispetto alle arance ed è notevole anche il contenuto di vit A e B.
INFORMAZIONI SUL PASTO: potete accompagnare il sushi con delle verdure di stagione cotte al vapore o saltate in padella.

Nessun commento:

Posta un commento